Toti tui

E dall’alto della sua impresa raccomanda: "le vostre ambizioni non siano mai limitate"

Ce l’ha fatta. Sull’Everest… senza gambe, o meglio, con due protesi dal ginocchio in giù. Ma un conto è partire, un conto è riuscire.
Un "miracolo" solo per chi non conosce la caparbietà dell’alpinista disabile, non nuovo a queste imprese. Anche se non aveva mai provato con il "tetto del mondo", che ora ha un nuovo conquistatore, tra i pochissimi al mondo ad averlo raggiunto.
8.850 metri da cui guardare tutto dall’alto, il posto giusto per dare un messaggio forte ai colleghi disabili: "le vostre ambizioni non debbono mai essere limitate".

L’alpinista, 47 anni e padre di tre figli, medaglia d’oro di ciclismo nelle paraolimpiadi del 2000 a Sydney, ha perso ambedue le gambe per congelamento durante una scalata 24 anni fa. Nel 2002, per "allenarsi" in vista dell’Everest, è tornato a scalare il monte Cook, il più alto della Nuova Zelanda (3754 metri), dove nel 1982 era rimasto per due settimane intrappolato in una caverna di ghiaccio, perdendo per congelamento le due gambe sotto il ginocchio.

Oggi questo grande risultato: tra le congratulazioni quelle della premier della Nuova Zelanda Helen Clark, anche lei appassionata di alpinismo, che spera di parlare presto di persona con lui "di questa impresa assolutamente incredibile".

Inglis ha compiuto l’impresa con due gambe artificiali di fibra di carbonio, specialmente adattate per arrampicarsi. Raggiunta quota 6.400 metri, vicino al Campo 2, lo sportivo ha avuto un incidente di percorso: una protesi si è spezzata.
Il neozelandese l’ha sistemata a sufficienza per raggiungere i compagni di scalata e quindi l’ha riparata con pezzi di ricambio. Oltre anche gli imprevisti…
E se il neozelandese ha aperto la strada (anzi, un sentiero, visto il tema!), chi ha ancora il coraggio di dire che ci sono sogni impossibili da realizzare?

 

(da: disabili.com)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Cloud dei tag

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: