Toti tui

[…] quant’è divinamente meraviglioso che come il Padre nella Trinità chiama Figlio il Verbo, così Maria chiami Figlio il Verbo incarnato.

Ora penso che non sia sbagliato dire che Gesù in mezzo a noi è figlio del nostro amore reciproco, quindi di noi, perché così è.

Non aveva detto un giorno Gesù che chi fa la volontà di Dio è suo fratello, sorella e madre? (cf Mt 12,47).

Possiamo, dunque, anche noi essere, in qualche modo, sua madre.

Ma ad un patto però: che ci amiamo come si deve.

[…]   non vuol dire limitarsi ad "essere pronto a dare la vita" per il fratello, ma essere pronti a "morire" sul serio, a "non essere" per essere, per essere amore […]

La gente, in questo mondo tumultuoso, disturbato da tanti rumori, da tanti suoni, da tante chiacchiere, ha bisogno di essere ascoltata, che significa amata sul serio.

Perfezioniamo allora, nei prossimi mesi, quest’atteggiamento di sapore così mariano: l’ascolto.

 

(Chiara Lubich, 17 giugno 1999)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Cloud dei tag

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: